Non è facile acquistare un violino: la maggior parte dei musicisti, professionisti o dilettanti, è ossessionata dalla ricerca di uno strumento magico. Fino a poco tempo fa un violino poteva essere acquistato solo in un negozio o di persona, ma ora esiste un'importante economia parallela sotto forma di siti Internet ed eBay.

Ovviamente i negozi hanno alcuni vantaggi, mentre i venditori sul web ne offrono altri. Alcune persone non compreranno mai nulla online (in particolare un violino), altre comprano quasi tutto online (anche un violino).

Un violino è innanzitutto uno strumento per la produzione del suono, ma è anche un'opera di estrema artigianalità e un tipo di moneta, soprattutto se si tratta di un oggetto antico. I commercianti di violini sono generalmente meno interessati al suono che alla reputazione dell'autore, alla lavorazione e al valore dell'investimento: il prezzo al dettaglio o in sala d'asta raramente ha molto a che fare con il suono.

Quando si acquista online, la lavorazione è ragionevolmente facile da valutare: le fotografie dettagliate forniscono molte informazioni. Per quanto riguarda il valore, ci sono vari modi per confermarlo e ci sono molte informazioni online. Se un commerciante dichiara che un'etichetta è autentica (violino ed etichetta ecc.), allora il commerciante è responsabile per legge e questo protegge l'acquirente; se non c'è questa garanzia, allora è normale presumere che un'etichetta sia falsa o irrilevante. Ben 90% delle etichette dei violini sono false o spurie, con una percentuale ancora più alta su eBay - i venditori usano diciture caratteristiche come "un'etichetta che non ho motivo di supporre sia qualcosa di diverso dall'essere completamente autentica"!

Ma la maggior parte dei musicisti è interessata soprattutto al suono, e questo è praticamente impossibile da quantificare se non suonando. I violinisti tendono a cercare cose molto diverse dai violinisti classici, e i suonatori di ensemble vogliono un suono molto diverso dai solisti. Agli estroversi piace una cosa, agli introversi un'altra, ecc...

Non è utile ascoltare un file audio, poiché il fattore più importante è sempre il suono sotto il mento dell'esecutore, non attraverso un microfono. I microfoni variano enormemente nella risposta in frequenza e non esistono due stanze con la stessa acustica... inoltre è la cosa più facile del mondo correggere il suono dopo la registrazione.

Ogni suonatore ha il proprio programma e lo spettro del "tono accettabile" nei violini è immenso. Naturalmente questa risposta personale è meno netta di quanto la maggior parte dei suonatori pensi, e la loro esperienza del suono di un violino è fortemente distorta dall'aspetto e dalla sensazione di uno strumento e dal suo valore percepito. Per alcuni suonatori, un violino deve costare molto prima di poter suonare bene; per altri, invece, abbracceranno le caratteristiche sonore di un vecchio rottame malconcio e malandato perché è un affare!