27 settembre 2022

È un mondo kafkiano. Ecco il vandalo ambientalista Presidente Bolsonaro che pianta un albero di legno del Brasile (alias Paubrasilia echinata) "per simboleggiare l'inequivocabile simbiosi tra natura ed energia nucleare". Nel frattempo io (ambientalista da sempre e veterano del Rainforest Action Group di Edimburgo negli anni '80) mi sto battendo contro la sua proposta di inserire l'albero nell'Appendice I della CITES...

Bolsonaro pianta un albero di pau-brasil pernambuco

A beneficio degli amici che potrebbero pensare che io abbia perso la testa, Bolsonaro sta cercando di dirottare la CITES per promuovere la sua agenda populista. È l'albero nazionale del Brasile, quindi "salvarlo" ha un buon effetto a livello nazionale. Ma l'albero è anche l'"albero della musica" da cui si ricavano tutti i migliori archi per violino del mondo - il legno si chiama pernambuco. I circa 200 liutai artigiani che producono archi di pernambuco hanno bisogno di un solo albero di medie dimensioni per una vita intera, e da 25-30 anni piantano e gestiscono gli alberi in Brasile per garantire una fornitura sostenibile. Bolsonaro, invece, ha permesso che lo sviluppo incontrollato devastasse l'habitat naturale costiero dell'albero. Ma il Brasile si rifiuta di partecipare ai programmi di certificazione internazionali per l'albero, quindi il legname gestito non può essere utilizzato. Ora il Brasile sta cercando di far approvare dalla CITES norme che impedirebbero ai musicisti internazionali di viaggiare con archi di pernambuco, anche se realizzati centinaia di anni fa.
Anna Ashmole (Martin Swan Violins)

Agisci!

La decisione sarà presa dalle parti della CITES. Si prega di fare pressione sul rappresentante della CITES nel proprio Paese -. l'elenco completo delle parti della CITES è qui. Cliccate sul nome del vostro Paese per ottenere i dettagli di contatto e cercate i contatti delle autorità di gestione e scientifiche piuttosto che quelli delle autorità di controllo. Potete scrivere una lettera o un'e-mail, non deve essere lunga o dettagliata, ma solo comunicare la vostra preoccupazione e l'impatto che le modifiche proposte potrebbero avere su di voi.

Nel Regno Unito, contattare Kristopher Blake, Autorità di gestione CITES del Regno Unito, cites.ukma@defra.gov.uk.

Here is our archive page of material we gathered gathered in the run up to the CITES COP November 2022.