18 giugno 2012

L'esperimento "a doppio cieco" di Fritz/Curtin cercava di capire quanto facilmente i suonatori potessero distinguere i nuovi violini dai vecchi italiani come gli Stradivari. Gli stessi ricercatori sono ora interessati a scoprire quanto la stima della proiezione di uno strumento da parte di un suonatore corrisponda a quella di un ascoltatore; quanto l'opinione di un ascoltatore dipenda dalla posizione nella sala; e se gli strumenti che sono silenziosi sotto l'orecchio possano effettivamente proiettare bene. Date un'occhiata a questa discussione in rete su Maestronet. L'esperimento è ancora in fase di progettazione: ci sono già molti dibattiti sui suoi obiettivi e su come raggiungerli. E naturalmente non esiste una definizione condivisa di "proiezione", né un accordo su come (o perché) un liutaio contemporaneo possa perseguire questa particolare qualità. Tutto ciò si preannuncia controverso almeno quanto l'esperimento "vecchio vs. nuovo".

Sordine: suonano tutte allo stesso modo? Saremo lieti di prestare la nostra collezione di sordine per violino a scopo di ricerca acustica.

Foto di sordine per violino